Per permettere alle idee di crescere

Scottish_Disability_Sport

SPORT SENZA BARRIERE:

Consiste nel vivere una giornata speciale che va oltre il limite della ordinaria percezione del quotidiano.

Attraverso 2 sessioni in aula e la prova concreta delle discipline sportive paralimpiche, ogni partecipante potrà toccare con mano il significato di avere grandi difficoltà e sperimentare una privazione sensoriale o motoria.

L’obiettivo è quello di cercare di superare l’handicap, attraverso lo sport, la competizione, il gioco di squadra e anche il divertimento, reperendo dentro di sé risorse insospettabili.

Scarica la brochure

vita

LA VITA IN UN SECONDO:

Alessio, attraverso la sua diretta testimonianza dell’incidente stradale che lo ha costretto su una sedia a rotelle, conduce gli studenti verso una più profonda “consapevolezza” di tutto ciò che viene “messo in gioco” quando si è alla guida di un mezzo e di “apprendimento” di quanto la prevenzione stradale sia un indispensabile impegno personale e civile nel dare valore alla propria vita e a quella altrui.

Scarica la brochure

guida_ridi_vivi

GUIDA RIDI VIVI:

Lo Spettacolo Teatrale “Guida Ridi Vivi”, nato dall’incontro del “Progetto Vita” di Alessio Tavecchio con lo spettacolo teatrale “I Vulnerabili” con Filippo Tognazzo della compagnia teatrale professionale Zelda, che parla di consapevolezza del valore della vita, incoraggia i giovani ad affrontare con entusiasmo ed energia il loro futuro. Con la modalità del teatro partecipato, i ragazzi, sono coinvolti in prima persona, divertendosi e riflettendo su quello che viene messo in gioco sulla strada.

Scarica la brochure

orto solidale

ORTO SOLIDALE:

La Fondazione Alessio Tavecchio ONLUS, nell’attesa di concretizzare il progetto di un centro polifunzionale integrato, ha deciso di valorizzare parte del terreno di proprietà in zona PalaIper a Monza, destinandolo alla realizzazione di un orto solidale e didattico per disabili, studenti, richiedenti asilo e anziani con il coinvolgimento dei cittadini, delle cooperative, delle scuole, degli enti pubblici e delle associazioni presenti sul territorio.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Coltivare le relazioni all’interno del quartiere attraverso la cura di uno spazio comune,
  • Favorire la socializzazione e l’inclusione di soggetti svantaggiati e disabili,
  • Educare al rapporto con la terra, l’ambiente e un’alimentazione più sana e sostenibile (l’ormai famoso kilometro zero) attraverso l’orto didattico.
servizio civile

SERVIZIO CIVILE:

La Fondazione offre opportunità lavorative a giovani dai 18 ai 28 anni tramite il Servizio Civile. La prossima opportunità si aprirà nella primavera del 2018.