La storia di Elio

 

Un ragazzo fantastico che amava il calcio, la sua famiglia, gli amici e la vita. Ma la vita di Elio Bonavita, a 15 anni, viene spezzata in un gravissimo
incidente stradale.

E’ successo una domenica mattina, mentre con sua mamma si recava in auto all’allenamento nel suo sport preferito ed in cui si impegnava con tante speranze. La sua gioia di vivere però è rimasta ad alimentare l’entusiasmo e la forza di tante persone che si impegnano affinché la sicurezza stradale sia una battaglia da vincere tutti assieme, nessuno escluso.

Solo con l’impegno, la prevenzione e l’esempio possiamo diffondere il cambiamento perchè tanti sacrifici, come quello di Elio, arricchiscano di valore la nostra vita, ricordandoci che vivere è un dono meraviglioso.

 

Le attività divulgative sono realizzate grazie al contributo di 3M Italia e dei suoi dipendenti, nell’ambito dei programmi di Responsabilità Sociale d’Impresa.

Grazie agli eventi che durante l’anno vengono organizzati da 3M per ricordare Elio, la Fondazione Alessio Tavecchio Onlus offre agli Istituti Scolastici, incontri e spettacoli innovativi sulla sicurezza stradale.

Il Presidente Alessio Tavecchio, attraverso la testimonianza dell’incidente stradale che lo ha costretto su una sedia a rotelle, conduce i giovani in un percorso di consapevolezza su ciò che viene messo in gioco quando si è alla guida di un mezzo e di apprendimento alla sicurezza stradale come impegno personale e civile nel valore della propria vita e di quella altrui. Il Progetto Vita coinvolge 20 mila studenti ogni anno e se questo servirà a salvare anche una sola vita, allora il nostro sogno si sarà avverato e il sacrificio di Elio non sarà stato vano.